Venezia - #inseguendounsogno Un video emozionale per raccontare il sogno, diventato realtà, di Elisabetta Armellin e delle sue V73. Questa è la storia di un sogno che giorno dopo giorno ha preso forma e si è evoluto attraverso costanza, intuito e determinazione, come spesso le donne sanno fare. E’ il racconto di una grandissima passione per il disegno, per il colore, le forme, le linee, per tutto ciò che è ispirazione e che Elisabetta ha inseguito fin da bambina. E, dove ci sono colori e linee, oggi Elisabetta vede forme e texture per le sue V73.

Dove V sta per Venezia e 73 il numero che costantemente incontrava durante le passeggiate veneziane e che coincide anche con il suo anno di nascita. Ispirazione, magia, poesia, tutto questo fa parte del sogno che ha inseguito, fatto di colori, gessetti, schizzi e giochi di sguardi che da sempre la conducono alla creatività.  Segui i tuoi sogni e non avere paura di realizzarli! Questo le ripeteva suo padre e questo ha sempre fatto Elisabetta, senza arrendersi di fronte agli ostacoli che inevitabilmente la vita mette sul cammino. Ma quando si crede in un sogno non si deve mai abbandonarlo e così è stato per lei. Non sapevo ancora né come né quando, ma sentivo dentro che avrei realizzato il mio sogno e custodito quello di altre donne e così è stato e così, è iniziata l’avventura di V73, di Elisabetta e di tutte le donne che ogni giorno lo indossano.

Un mondo di rimandi e di ricordi, sensazioni, idee, passione, sguardi, mani, creatività è questo V73 , uno  scrigno per contenere i sogni. Un video, quello immaginato da William Carrer regista e Francesca Anzalone storyteller, che racconta attraverso i dettagli, l’evoluzione di V73 e della creatività italiana che si percepisce nell’evoluzione del marchio e nella consapevolezza sempre più nitida della sua designer. Dalle forme, ai colori, dalla passione al ricordo, dal fascino della città anadiomene ai suoi artigiani, un crescendo costante di emozioni che da sempre “colorano” la vita di Elisabetta Armellin.

“La storia di Elisabetta non poteva non emozionarci” dicono William Carrer, regista, che per primo ha inseguito il suo sogno di realizzare il film Venezia Impossibile (Italia, 90’) e Francesca Anzalone, storyteller ma soprattutto da sempre affascinata da quei “visionari” che hanno la capacità di guardare sempre oltre. In questo caso possiamo parlare di Dream Team ma soprattutto di incroci di sognatori che il destino unisce nel momento in cui devono condividere un sogno comune.  Passione, sguardi, sensazioni, creatività, rimandi e ricordi sono appunto gli elementi chiave di questo incontro di sognatori che, in un momento preciso della vita, si sono uniti.

E dato che il sogno di Elisabetta correva sul web fin dall’esordio abbiamo immaginato di parlarne online utilizzando l’hashtag #inseguendounsogno affinché si possano seguire anche i sogni delle donne che li vorranno condividere con noi. Perché Inseguendo un sogno racconta anche il tuo sogno! Quindi Raccontaci il tuo sogno!

#inseguendounsogno